CORSO NON ATTIVATO

Il Diritto oltre il Conflitto: un percorso di diritto e letteratura

battersi senza combattersi

Docenti: Stefano Fuselli (stefano.fuselli@univr.it), Letizia Mingardo (letizia.mingardo@univr.it)

Macro Area: Scienze giuridiche ed economiche

Tipologia: Zero

CFU: 2

Classi ammesse: III°, IV°, V°

Monte ore:

  • Complessivo: 24
  • In Ateneo: 20
  • A Scuola: 4
  • Ammissione all'esame: 18


Contenuti

Il corso mira a proporre una introduzione per "temi e problemi" allo studio del diritto - con uno sguardo di carattere filosofico e teorico-generale - proponendo riflessioni a partire da testi letterari, secondo un approccio di "law & literature". Tema portante del percorso didattico è il rapporto fra conflitto interpersonale e diritto, analizzato sulla base di spunti offerti dalla letteratura antica, moderna e contemporanea. Questa tipologia di approccio consente di introdurre gradualmente a problemi e concetti giuridici, senza richiedere una previa conoscenza terminologica o contenutistica allo studente, e nel contempo di coinvolgere lo studente a partecipare in modo attivo ed intuitivo, secondo i principi del "cooperative learning". 

Si prevedono 5 lezioni di 4 ore ciascuna, con il seguente programma: 

1. Diritto e conflitto: il diritto come strumento di pacificazione. Parte I: Lo Scudo di Achille dall’Iliade: il conflitto nella città della guerra e la controversia nella città della pace. Parte II: Discussione su fatti di cronaca tratti dalla lettura di un quotidiano.

2. Diritto e processo (I): il processo come proprium del giuridico. Parte I: l’Antigone di Sofocle e il processo inquisitorio. Parte II: Il processo alle streghe ne La Chimera di Vassalli. Lo sguardo critico di Beccaria ne Dei delitti e delle pene.

3. Diritto e processo (II): il processo come proprium del giuridico. Parte I: le Eumenidi di Eschilo e il processo accusatorio. Parte II: Discussione su casi giudiziari tratti dalla lettura di un quotidiano

4. Diritto, persona e stato in Hobbes, Locke e Rousseau. Mitologie e filosofie moderne a confronto.

5. Le garanzie del giusto processo. Simulazione processuale.


Obiettivi Formativi

Metodologia didattica e obiettivi: la prospettiva ‘diritto e letteratura’ si caratterizza per alcune peculiarità particolarmente adatte ad un corso introduttivo agli studi giuridici: 

a) la possibilità di avvicinare lo studente attraverso testi o immagini possibilmente già appartenenti al suo bagaglio culturale, e comunque non caratterizzati da un linguaggio marcatamente tecnico-giuridico;

b) il percorso di tipo induttivo, che consente prima di tematizzare una questione o un problema, e poi di introdurre le categorie giuridiche di riferimento; ciò offre l’occasione di un accesso ‘mediato’ a categorie e linguaggio tecnico, a partire da contenuti accattivanti;

c) il lavoro diretto su testi e narrazioni, che facilita l’utilizzo di una didattica partecipativa e la possibilità di un lavoro ‘sul testo’, particolarmente utile per dedicare specifica attenzione alla metodologia di studio e di apprendimento.

L'obiettivo finale è quello di introdurre lo studente a familiarizzare con temi e problemi giuridici secondo un'ottica critica e informata nel contempo, appropriandosi di una cornice concettuale e terminologica utile per orientare alla scelta universitaria, e nel contempo ad agevolarne i primi passi offrendo una propedeuticità allo studio del diritto. 


Prerequisiti

Non sono richieste peculiari conoscenze tecnico-giuridiche o linguistiche. 


Modalità Esame

L'esame si svolge in forma orale. E' prevista la possibilità, facoltativa e da concordare con il docente, di realizzare brevi tesine da presentare in discussione in sede di esame. 



Esiti Esami e Simulazioni



Dove siamo

Via San Francesco 22 - 37129 Verona
Tel: 045.8028763
Email: progetto.tandem@ateneo.univr.it

Seguici per rimanere informato