La Commedia dell'Arte da specializzazione professionale a mito

Docenti: Brunetti Simona

Macro Area: Scienze umanistiche

Tipologia: Standard

CFU: 2

Classi ammesse: III°, IV°, V°

Monte ore:

  • Complessivo: 12
  • In Ateneo: 8
  • A Scuola: 4
  • Ammissione all'esame: 9


Contenuti

Nel corso di circa due secoli, approssimativamente dalla metà del XVI fino alla metà del XVIII, irradiandosi dalla penisola italiana nelle principali piazze europee, si afferma e si consolida la Commedia dell’Arte, un particolare modo di fare spettacolo dai tratti specifici e ben riconoscibili, che si propone come evidente novità rispetto ai moduli rappresentativi offerti fino a quel momento dalla commedia rinascimentale. Si tratta essenzialmente di un sistema teatrale e imprenditoriale di successo che privilegia l’economia del fare e del distribuire spettacolo in regime di libero mercato a fronte degli allestimenti aristocratico-letterari pensati per un pubblico scelto e di cultura elevata. La specializzazione professionale, la presenza femminile sulla scena, l’estrema libertà, gli ostacoli e le difficoltà di una vita perennemente in viaggio si trasformano in altrettanti stimoli per l’invenzione artistica degli attori. Dopo circa due secoli di ininterrotta fortuna il declino viene sancito convenzionalmente dalla riforma di Goldoni che, pur facendo tesoro di quella creatività ingegnosa, privilegia il testo scritto per esteso e un teatro senza maschere. Nel corso dell’Ottocento, poi, la Commedia dell’Arte entra nell'immaginario comune alla stregua di un mito venato di romanticismo e di nostalgia per un abilità perduta, fino alla sua riscoperta primonovecentesca. Nel secondo Novecento, infine, due grandi uomini di teatro italiani, Giorgio Strehler e Dario Fo, un regista e un attore, la reinventano, con tecniche moderne e modalità diverse, portandola a un nuovo successo internazionale.


Obiettivi Formativi

Saper definire 
(1) cosa si intende con le definizioni di "maschera" e di "Commedia dell'Arte"; 
(2) cosa modifica la riforma goldoniana dal punto della pratica spettacolare; 
(3) cosa si intende con il "mito dell'improvvisazione"; 
(4) in quali forme rinasce in Italia la Commedia dell'Arte nel Novecento.


Modalità Esame

Prova scritta: quattro domande a risposta aperta (durata: 2h).


Calendario Lezioni

NB: le date proposte sono subordinate alla disponbilità di aule; potrebbero pertanto subire delle variazioni.
Data Ora Luogo Note Turno
16
gennaio
2018
14:30 - 16:00
Aula 1.4
Polo Didattico Zanotto
Viale Università, 4 - 37129 Verona
23
gennaio
2018
14:30 - 16:00
Aula 1.4
Polo Didattico Zanotto
Viale Università, 4 - 37129 Verona
30
gennaio
2018
14:30 - 16:00
Aula 1.4
Polo Didattico Zanotto
Viale Università, 4 - 37129 Verona
6
febbraio
2018
14:30 - 16:00
Aula 1.3
Polo Didattico Zanotto
Viale Università, 4 - 37129 Verona

Calendario Esami

NB: le date proposte sono subordinate alla disponbilità di aule; potrebbero pertanto subire delle variazioni.
Data Ora Luogo Note Turno
20
febbraio
2018
14:30 - 16:30
Aula 1.4
Polo Didattico Zanotto
Viale Università, 4 - 37129 Verona
Prova: Scritta     Tipologia: Domande aperte
(visualizza i contenuti della prova...)
20
marzo
2018
14:30 - 16:30
Aula 1.4
Polo Didattico Zanotto
Viale Università, 4 - 37129 Verona
Prova: Scritta     Tipologia: Domande aperte
(visualizza i contenuti della prova...)



Esiti Esami e Simulazioni



Dove siamo

Via San Francesco 22 - 37129 Verona
Tel: 045.8028763
Email: progetto.tandem@ateneo.univr.it

Seguici per rimanere informato